Lo Chef Emanuele Bettini

Lumezzanese di nascita, Emanuele Bettini inizia la sua attività nel 1982 presso l’Hotel Master di Brescia, evolvendosi rapidamente e affermandosi nei migliori ristoranti di Brescia e provincia, come Castello Malvezzi nel 1983 e il Duomo di Salò nel 1984.

Alternando l’esperienza tra ristoranti italiani e stranieri (sul finire del 1984 lavora presso Le Quatre Saisons di Lione), lo chef Emanuele Bettini cresce professionalmente al ristorante Tre Frecce di Bologna nel 1986, al Club Hotel e Ristorante Casablanca di Baia Sardinia sempre nel 1986 e presso Il Sambuco di Porto Garibaldi nel 1987.

Dal 1988 al 1990 dirige il ristorante dello Yacht Club di Porto Cervo e poi il ristorante del Casa Velia Palace Hotel di St. Moritz. Dal 1990 al 1994 apre il suo primo ristorante di proprietà, il Circolo delle Arti, in pieno centro di Brescia, in Piazza del Duomo. In questo periodo viene chiamato a dirigere le cucine dell’Hotel Elephant Hill, presso le Cascate Vittoria, nello Zimbabwe e a Caponga, in Brasile.

Nel 1994 apre il suo secondo ristorante di proprietà, il Ristorante Hosteria, e lo elegge sua punta di diamante definitiva.